Crea sito

Arlo Bigazzi & Chiara Cappelli: Majakovskij ovunque.

Parole e musiche scorrono in un continuo inseguirsi per raccontare un Majakovskij apparentemente meno politico ma più universale: un giovane innamorato della vita, dell’arte, dell’utopia. Certamente non il Majakovskij cui siamo abituati, icona imbalsamata della Rivoluzione, ma la storia e la poesia di un ragazzo appassionato agli eventi dell’esistenza. Una narrazione – a volte intima e leggera, altre volte tesa e struggente – che non ha distinzione tra biografia e poesie, raccontando un Majakovskij disposto a sfidare se stesso e il mondo che lo circonda. La storia di un ragazzo devastatore di banalità e inno a quella ribellione che è propria della giovinezza: “un lampo scintillante che batte da qualche parte” e che illumina il pallore dei nostri giorni, dove è sempre più faticoso trovare l’entusiasmo per uno sguardo verso il futuro e l’utopia. Chiara Cappelli interpreta le poesie di Majakovskij intercalandole con momenti della vita del giovane poeta, accompagnata da ritmi urbani e melodie sintetiche, elaborate da Lorenzo Boscucci e dal basso di Arlo Bigazzi. Un’interpretazione che coinvolge il corpo in movimenti e scatti improvvisi, dando forma allo scorrere della voce e dei suoni. Il monologo, sospeso tra parole e musica e rilettura piuttosto inusuale sia nei modi – che a momenti si distaccano dalla rappresentazione teatrale per calarsi nell’atmosfera del concerto – sia nei contenuti, si è poi evoluto in un progetto transmediale.

Majakovskij! – il futuro viene dal vecchio ma ha il respiro di un ragazzo nasce con la musica e il testo elaborato da Arlo Bigazzi e l’interpretazione e le nuove traduzioni dell’attrice Chiara Cappelli . Un monologo dove narrazione, poesia e musica si rincorrono senza soluzione di continuità rievocando gli anni della gioventù del poeta fino allo scoppio della Rivoluzione d’Ottobre. Un Majakovskij non più icona ma u n ragazzo disposto a sfidare se stesso e il mondo che lo circonda, i nnamorato della vita, dell’arte, dell’utopia. Un inno alla ribellione insita nella giovinezza e a pparentemente meno politico ma più universale di quello passato alla storia. I brani, che hanno avuto una lunga gestazione, hanno la produzione e gli arrangiamenti di Lorenzo Tommasini e Arlo Bigazzi e la collaborazione di Mirio Cosottini alla tromba e flicorno e del chitarrista Francesco Frank Cusumano . La musica e gli arrangiamenti si sono poi arricchiti della presenza di Mirko Guerrini (sax tenore e soprano) e Michele Marini (sax contralto), di Guido Guglielminetti (bassista e produttore di Francesco De Gregori, presente in “Per una signorina” al basso fretless ) e di Blaine L. Reininger (co-fondatore della cult band Tuxedomoon, al violino in “Continuò a scrivere” e “Ne risponderete!” ), oltre a Marco Furelli alla chitarra e Massimiliano Liverani al theremin. Il doppio album contiene la versione teatrale, con l’interpretazione di Chiara Cappelli , e le versioni strumentali di buona parte dei brani dello spettacolo, con interventi e arrangiamenti non sempre uguali alle versioni teatrali. Durante la produzione dei brani, Majakovskij! si è poi evoluto in un progetto transmediale, dando origine a numerosi video presenti sul web, un libro pubblicato per Editrice Zona che, oltre al copione e cinque poesie non incluse nello spettacolo, ha i contributi di Francesco Forlani, Mirco Salvadori, Daniele Corsi, Giampiero Bigazzi, Luciano Del Sette e Fausto Malcovati, oltre a due graphic novel realizzati da Riccardo Cecchetti e Monica Zeoli, dai quali sono poi state pubblicate alcune stampe d’arte. Inoltre è in lavorazione un libro con la fotografa Lucia Baldini e un CD in collaborazione con il musicista Flavio Ferri (Delta V) ed editi dalla Silentes.